Come usare i social per promuovere la tua attività locale

Promuovere la tua attività attraverso i Social è fondamentale per il tuo lavoro. Vediamo alcune semplici regole per iniziare.

Sempre più attività locali come negozi, bar, ristoranti, ma anche piccole imprese vorrebbero iniziare a promuovere il proprio lavoro attraverso l’uso dei social. Oggi vedremo alcuni semplici regole per iniziare a utilizzare i social in modo efficace e ottenere più clienti e vendere di più.

social local marketing guida

Le regole del Social Local Marketing

Tutti sappiamo cosa sono i Social e più o meno li utilizziamo diverse volte al giorno. Fare Business attraverso i Social è però diverso da utilizzarli per scopi personali e familiari. Ti lascio qui di seguito alcune regole da tenere presente se vuoi iniziare professionalmente le tua attività di Social Local Marketing.

1- Sfrutta i Social per comunicare con le persone più vicine alla tua azienda

Il grande potere di Social come Facebook e Instagram è la geolocalizzazione, indispensabile per una realtà locale che deve mirare a costruire un proprio pubblico tra le persone che posso realmente recarsi in negozio o usufruire dei servizi. Se il tuo negozio raccoglie clienti in un raggio al massimo di 20 km, sarà inutile proporre i tuoi prodotti a chi si trova a 200 km da te.

Prima di iniziare qualsiasi attività sfrutta questa possibilità costruendo un pubblico geolocalizzato e in linea con i tuoi prodotti. Così facendo sfrutterai meglio il budget a tua disposizione e le tue attività di promozione saranno viste dalle persone che sono realmente interessate.

2 – Usa i Social in modo continuativo

Un’attività di Social Local Marketing, per ottenere risultati misurabili come avere nuovi clienti, deve essere strutturata e continuativa. Strutturata: perché non posso pubblicare post e campagne ADV “a emozione” ma devono essere create per stimolare la visita o l’acquisto. Continuativa: perché lavorare e promuovere la propria attività sui Social è un lavoro da fare con costanza. Non è efficace pubblicare un post ogni tanto o postare senza un vero e proprio piano editoriale.

3 – Posta contenuti costruiti per vendere

Lo scopo principale del Local marketing è vendere o fare in modo che il potenziale cliente chiami, chieda il prezzo o si rivolga in negozio. Di conseguenza diventa fondamentale costruire contenuti che spingano all’acquisto o a chiedere altre informazioni. Certo i contenuti creativi sono di grande effetto, ma se non sono accompagnati da una scrittura persuasiva (copywriting), lo scopo finale non si raggiunge. 

Ogni post deve avere un fine preciso e portare a quella che in termine tecnico si chiama “call to action”. 

Cosa vuoi che i tuoi clienti facciano? Devono iscriversi per ricevere uno sconto? Venire in negozio? Prenotare un appuntamento? Tutte queste azioni vanno pianificate per ogni post o campagna ADV sul Social.

ragazza che fa acquisti online

4- Fai attività di Remarketing

Una volta che hai catturato l’attenzione dei tuoi clienti, cerca di attrarli con campagne e contenuti in grado di mantenere viva l’attenzione sul tuo prodotto o servizio. Si possono attivare campagna specifiche su Facebook o Instagram o anche attraverso l’email marketing. Non lasciar raffreddare un potenziale contatto.

5- Imposta campagne ADV sui Social

Fare Social efficacemente per le attività locali senza mettere a budget un importo per le campagne ADV è quasi inutile. C’è una falsa credenza che è dura a morire, e cioè che si possa fare Business con i Social Network senza investire in pubblicità. Per costruire il tuo pubblico e raggiungerlo c’è bisogno di un budget mensile da mettere a disposizione per le campagne pubblicitarie che andranno impostate seguendo i punti precedenti. 

Anche semplicemente per raggiungere più persone con il tuo post serve una campagna sponsorizzata, altrimenti il tuo contenuto sarà visualizzato (quando andrà bene) al massimo dal 5-6% dei tuoi follower.

6 – Analizza periodicamente i risultati

Quando si valuta una strategia di Social Local Marketing, non esistono le opinioni, o i “mi sembra stia funzionando”.

Bisogna analizzare i risultati e per calcolarli si fa un’analisi dei KPI (Key Performance Indicator), cioè quegli indicatori numerici che permettono di capire se una campagna sta aumentando i tuoi guadagni oppure no.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.